SCONTO IN FATTURA

  • Guido 

Si tratta di un contributo, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal
fornitore che ha effettuato l’intervento agevolato.
È pari alla detrazione dall’imposta lorda spettante per gli interventi di recupero o
restauro della facciata di edifici esistenti e può arrivare fino a un importo massimo pari
al corrispettivo dovuto.
Lo sconto in fattura può essere anche di importo inferiore rispetto al valore nominale
della detrazione fiscale.
Il fornitore, a sua volta, recupera il contributo anticipato come credito d’imposta, di
importo pari alla detrazione spettante, e lo può cedere ad altri soggetti, compresi gli
istituti di credito e gli intermediari finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *